ginecologa
ginecologa

ETA' FERTILE

esami ginecologici

E’ bene effettuare una visita ginecologica di controllo a cadenza annuale e vari esami di routine, tra cui ad esempio il pap test, cioè lo screening per le alterazioni che riguardano il collo dell’utero, in cui vengono analizzate le cellule del collo dell’utero, per vedere se ci sono delle alterazioni.
Il pap test è l’unico vero test di screening per il tumore del collo dell’utero, è un esame indolore da effettuare almeno ogni tre anni.

 

Papilloma virus

Questo virus è responsabile delle alterazioni cellulari e delle verruche genitali, chiamate condilomi. La sua ricerca può essere consigliata nei in cui non si sia sicuri che le alterazioni presenti al pap test possano essere reali alterazioni o semplici infiammazioni.
La tecnica di ricerca è un semplice tampone che viene fatto passare sul collo dell’utero, come per il paptest.

Tamponi vaginali

In alcuni casi le perdite vaginali non sono risolvibili con normali ovuli e lavande vaginali, ma per stabilire la giusta cura è necessario eseguire in studio i tamponi vaginali che evidenzino i virus-battere implicati.

Mammografia ed ecografia mammaria

Nel corso della visita annuale effettuerò anche un controllo al seno e, se dovesse essere necessario, potrò anche effettuarti un’ecografia mammaria,un esame che consente di indagare la presenza di lesioni a livello della ghiandola mammaria. La mammografia te la prescriverò prima o dopo i 45 anni.

Mineralometria ossea computerizzata

La densità ossea è la nostra assicurazione sulle ossa, quindi sapere se queste sono ricche o meno di calcio, ci permette di prevenire o curare le ossa prima che si verifichino fratture per cadute in menopausa.

Share by: